METODOLOGIA  IN  PERIZIA  SU SCRITTURE

Il termine "Grafologia" è stato coniato dal Michon nell'opera "Système de Graphologie, l'art de connaitre yes homme d'apres leur ècriture" pubblicata nel 1987.  Oggetto  e scopo della Grafologia era quello di <studiare la personalità dello scrivente attraverso la sua scrittura>.
Il metodo, cosiddetto Grafologico, successivamente è stato utilizzato in ambito peritale-giudiziario non nella sua integralità psicodiagnostica ma nella sua capacità di enucleare le peculiarità psico-temperamentali emergenti da uno scritto per giungere a riconoscere la grafia autentica del suo estensore studiando il gesto grafico non come <prodotto> ma come <processo> di un insieme psiconeuromuscolare.
La Corte di cassazione ha riconosciuto la superiorità della Grafologia sentenziando: <Una perizia grafica prevalentemente basata sul metodo dell'interpretazione calligrafica è generalmente insufficiente senza il contributo di un'attenta interpretazione grafologica a dirimere il perito di errori nel responso offerto al magistrato>  Sent. 29/12/1959

CALLIGRAFIA

Il metodo considera la scrittura soprattutto come aspetto estetico-formale dei grafismi che la costituiscono.  In perizia indica lo studio e il confronto analitico-formale ai fini del giudizio attributivo; l'analogia morfologica equivale ad omografia, la differenza ad eterotrofia.

GRAFONOMIA

Conosciuto anche come metodo segnaletico-descritto utilizzato dalla Scuola Superiore di Polizia di Roma  è stato introdotto da S. Ottolenghi  nella pubblicazione del suo "Trattato di polizia Scientifica". Il metodo consta di 4 fasi. 
1)osservazione: rilievo ordinato, sistematico, obiettivo e completo della scrittura
2)segnalamento: rilevamento di 4 caratteristiche fondamentali (connotati, connotati salienti, contrassegni particolari, tipo grafico personale)
3) confronto
4) giudizio

GRAFOLOGIA

Il metodo prende avvio dalla teoria dell'espressione  elaborata da hengel, Wundt, Carus, ripresa in grafologia da Crepieux e klages. Secondo questi la grafologia è in grado di individuare processi analitici articolati in precise correlazioni dinamiche-funzionali, stabilendo concreti paralleli tra i tipi scrittori e tipi neurologici.
Tra i diversi metodi cosiddetti grafologici, la grafologia Morettiana (padre francescano) ha connotati unici e irripetibili anche sotto l'aspetto peritale ed è il metodo utilizzato prevalentemente  dallo studio peritale del Dott. MASELLI integrato con il medito grafonomico.