Chi sono e come posso aiutarvi


Mi chiamo Fausto Maselli e dal 1986 al 2013 ho svolto servizio nella Polizia di Stato - Servizio Polizia Scientifica- dove,  in qualità di esperto,  mi sono occupato di numerose indagini grafologiche - calligrafiche e di crimini grafici, svolte per l'autorità giudiziaria.

Dal 2014  opero anche come libero professionista  ai sensi della legge 4/2013, per utenza privata e Studi Legali.   In caso di contestazioni e/o controversie in sede civile o penale, intervengo in qualità di Consulente di parte (CTP), per fornire   pareri preventivi, consulenze giudiziali e stragiudiziali sull'autenticità di manoscritture su documenti cartacei  (testamenti, assegni, scritture private, contratti, fideiussioni, firme, sigle, cifre  ecc.),

Ho maturato una lunga e approfondita esperienza nel settore grafologico grazie al corso di formazione multidisciplinare per Criminalista ed Esperto della Scena del Crimine presso la Direzione Centrale della Polizia Criminale del Ministero dell'Interno, conseguendo inoltre il titolo accademico di "Grafologo Giudiziario"  frequentando il Master Universitario di I livello  presso l'Università di Urbino

Ho conseguito la Laurea  in Psicologia applicata all'Analisi Criminale  e la Laurea in Scienze dell'Investigazione.  Ho  conseguito  il Master di Investigazioni Digitali e Sicurezza Informatica presso l'università di Teramo e il Perfezionamento  in Perizia Psicologica in ambito forense presso l'Università di Urbino. 

Sono in possesso di titoli universitari in Image Forensics,  Fotografia giudiziaria e Balistica forense. Seguo costantemente corsi di aggiornamento formazione presso le migliori università italiane. 

Iscritto in qualità di CTU e Perito presso il Tribunale di Pescara.


Lo studio è operativo su tutto il territorio Italiano



PERCHE' SCEGLIERE  LO STUDIO MASELLI

Devi sapere che:

la perizia sui documenti manoscritti  è una delle attività forensi  più difficili ed insidiose. La perizia grafica non è una scienza esatta, ma una tecnica nella quale l'esperto apporta le proprie capacità d'osservazione, deduzione, intuizione e le imprescindibili esperienze professionali per dimostrare la validità delle proprie osservazioni.  Richiede qualità personali particolari.  Esige una formazione multidisciplinare complessa.  La maggior parte delle volte il grafologo deve fare ricorso a tecniche di fotografia scientifica, eseguire  esami nello spettro   IR ed UV, esame delle carte, analisi dell'inchiostro, per individuare falsificazioni o alterazioni oppure datare il documento.  


La Metodologia utilizzata


Il metodo utilizzato (Grafologico - Grafonomico - Grafoscopico)  non prevede la semplice comparazione delle forme grafiche, ma indaga, facendo riferimento a specifiche leggi grafiche e con l'ausilio di strumentazione tecnica certificata,  il movimento della scrittura, il ritmo con cui essa si dipana  e distribuisce sul supporto cartaceo il binario grafico  caratterizzato da gestualità individualizzanti, peculiari e contrassegni indiziari.  Chi imita la scrittura altrui o vuole dissimulare la propria, è costretto a compiere uno sforzo grafico continuo per eseguire una gestualità grafica diversa dalla propria  per tentare di imitare una grafia  o  nascondere la propria.

Il falsario in entrambi casi  tende a controllare l'aspetto formale delle lettere presenti in una scrittura con un alto  livello  di concentrazione e impegno fisico-mentale. E' inevitabile che in certi momenti l'impegno venga meno e le caratteristiche spontanee della propria grafomotricità prendano il sopravvento. Infatti la grafia è frutto di complessi meccanismi neuromuscolari, interiorizzati e automatizzati nel tempo che lasciano una traccia grafica individuale e individualizzabile.

Il perito grafologo  di conseguenza da poco valore agli aspetti formali ma valuta attentamente la dinamica grafica esecutiva, facendo ricorso a leggi grafiche, per cogliere i gesti spontanei ed incontrollabili, difficili da vedere, imitare o nascondere  e per questo più significativi rispetto alle forme.

L’indagine prevede un’attività  preliminare con l’uso di una vasta gamma di strumentazione tecnica quali lenti d’ingrandimento, micro e macro fotografia, l’uso di luci forensi (UV/IR)   per verificare manomissioni  o manipolazioni dell’inchiostro (cancellature o sostituzioni di lettere o cifre)  o del tessuto cartaceo (cancellazioni con scolorine e solventi chimici), ESDA ( per verificare l'esistenza di solchi ciechi ),

Lo studio  è in grado di fornire un supporto forense completo ed affidabile in tutte le fasi del procedimento.