L'esame sull'autenticità dei testamenti è la principale attività richiesta allo studio. La perizia su testamenti prevede un approccio multidisciplinare basato su aspetti grafici ma anche  extragrafici.  E' fondamentale   conoscere la storia clinica del de cuius, anche  con  l'intervento di medici e psicologi per valutare le condizioni psico-fisiche del testatore al momento della redazione del testamento. Il grado d'istruzione, la professione e i lavori svolti, l'eventuale uso di medicinali, precedenti ricoveri ospedalieri.....


Normativa


TESTAMENTO OLOGRAFO

Il testamento olografo, ovvero quello manoscritto dal testatore, richiede nella sua formalità di essere redatto in tutte le sue parti, testo, data e firma dal testatore nel pieno possesso delle proprie facoltà mentali, senza l’aiuto di terzi.

Il venire meno di uno di questi requisiti inficia la genuinità del testamento rendendolo impugnabile dagli eredi o da chi ne abbia interesse. Avremo ad esempio testamenti realizzati imitando la grafia e la sottoscrizione del defunto o redatti in data diversa da quella indicata, sotto costrizione, in stato di incapacità di intendere e volere o scritti dal testatore con l’aiuto di terzi che ne guidavano o ne forzavano la mano durante la scrittura.

Le cause di successione testamentaria hanno spesso ad oggetto consistenti eredità patrimoniali e si presentano talvolta molto complesse e richiedono un approccio multidisciplinare.


MANO GUIDATA

E' il caso in cui si sospetta che l'autore del testamento, in virtù dello stato di salute psicofisica dell’autore, verosimilmente troppo debole per vergare un testamento, sia stato guidato attivamente da una mano estranea.


INCAPACITÀ DI INTENDERE E VOLERE

Ci viene sempre più chiesto di valutare lo stato di salute complessivo del presunto autore di un testamento o di una sottoscrizione,  in particolari modo rispetto alla data riportata dal documento, questo per comprendere sia se le condizioni fisiche e psichiche consentissero all’epoca la realizzazione di un atto importante sia per verificare se vi sia stata una ante-datazione o post-datazione dell’olografo o del documento per attribuirlo ad un periodo di salute del sottoscrittore. In tal caso con l’aiuto di un medico grafopatologo viene eseguito un approfondito esame tenendo conto delle condizioni cliniche del de cuiusi. Particolare rilevanza assume anche l'aspetto criminalistico al fine di determinare la corrispondenza del supporto su cui è stilato il testamento e la datazione dell'inchiostro. 


Normativa

Successione per causa di morte:

Il termine successione per causa di morte indica il subentro di un soggetto ad un altro (il de cuius) nella totalità di uno o più diritti di carattere patrimoniale, sostituendosi in una o più posizioni attive o passive di cui il de cuius era titolare.

Può essere di due specie: a titolo universale (eredità) o particolare (legato). Nel primo caso l'erede (il successore), subentra con un atto di accettazione in tutto il patrimonio del defunto o in una quota di esso, quindi sia nei rapporti attivi sia in quelli passivi (crediti o debiti) e di regola deve rispondere delle passività ereditarie anche con il proprio patrimonio. A tutela di quest'ultimo il legislatore concede la possibilità di accettare l'eredità con il beneficio d'inventario, o di rinunciare all'eredità. Nel secondo caso (legato) 

La successione testamentaria

  • Il testamento
  • La capacità di disporre per testamento
  • La capacità di ricevere per testamento

Forme del testamento

  • Testamento olografo
  • Testamento pubblico
  • Testamento segreto

Invalidità del testamento

La revoca del testamento

Le disposizioni condizionali, a termine e modali

La pubblicazione del testamento

L'esecuzione del testamento